R e d a t t o r i s i d i v e n t a (?)

19 settembre 2008

parole

Filed under: strumenti — alessandro @ 1:14 pm
Tags: , , , ,
"Lui e l'arte di andare nel bosco", L.Mainolfi, da Frankz su Flickr.com

"Lui e l'arte di andare nel bosco", L.Mainolfi, da Frankz su Flickr.com

Le parole sono la sostanza del lavoro redazionale, possono essere lunghe o corte, desuete o nuove, e soprattutto giuste o sbagliate. Ogni parola ha la propria ortografia, una dotazione di accenti, un diverso modo di presentarsi a seconda del genere o del numero.

A volte ci si trova in imbarazzo nello sceglierle, per chi scrive, nel correggerle, per chi revisiona o corregge. Una delle prime cose che ciascuno fa per sciogliere un dubbio è consultare un dizionario. La cosa divertente è che spesso a dizionario diverso corrisponde una definizione diversa, quindi ci si trova a dover confrontare e decidere l’autorevolezza delle proprie fonti. Zingarelli, Devoto-Oli, De Mauro… ci sono tanti dizionari e molti hanno un’edizione on-line.

Consultare un dizionario su internet è una delle cose che ho cercato di evitare per molto tempo, ma devo dire che ultimamente ricorro sempre più spesso a questo mezzo. È più veloce se si sta già lavorando al computer (e non so voi, ma io ho disabilitato la correzione automatica del mio OpenOffice), e spesso permette di avere a portata di mano dizionari che altrimenti si dovrebbero consultare in qualche biblioteca, oppure affrontare il costo proibitivo dell’acquisto.

Da cosa partire se non dall’Italiano? Io ho piazzato nella mia barra dei segnalibri il link al De Mauro che, per quanto manchi di alcune caratteristiche del cartaceo, mi sembra il servizio più snello e veloce. Sul sito del «Corriere della Sera» si trova invece il Sabatini-Coletti, che presenta molte più informazioni, non fermandosi solo all’ortografia e al significato del lemma, ma offrendo un percorso che arriva fino alle locuzioni di uso comune con utili esempi di costruzione delle frasi.

A volte posso sorgere dubbi sui sinonimi e sui contrari, oppure sulla corretta coniugazione di un verbo. Una scorciatoia agevole è offerta da un pannello disponibile sul sito di Virgilio che, oltre ai primi due casi offre anche un aiuto sui plurali e sul genere delle parole, insieme ad altre cose più o meno utili (citazioni, abbreviazioni…).

Le lingue straniere sono un campo in cui mi avventuro solo episodicamente. A volte per rivedere una traduzione e allora utilizzo quello che ho di cartaceo, oppure ritorno sul sito del «Corriere della Sera» che mette a disposizione anche dizionari di Inglese, Tedesco e Francese. Per lo Spagnolo utilizzo solitamente il cartaceo della Hoepli, il Laura Tam, acquistato per un esame universitario.

Un discorso a parte per un benemerito blog che da poco è approdato su WordPress: il Postillario, che si definisce quadernino di postille di una lessicomane. Non c’è traccia di sistematicità, ma anche solo per la miniera di risorse che offre merita il massimo rispetto, un giro ogni tanto e il posizionamento tra i miei link.

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: