R e d a t t o r i s i d i v e n t a (?)

3 marzo 2009

eccellente…

signor Burns, i Simpson

mr Burns: eccellente...

Forse non è proprio eccellente, ma da qualche settimana ho messo on line il mio sito “professionale”, cioè quello che contiene la mia formazione e le mie esperienze.

Più che altro, devo dirlo, mi piaceva l’idea di avere una casella di posta con un dominio che mi appartenesse e in secondo luogo sfruttare un paio di pagine per buttarci ciò che avevo sempre inviato sotto forma di curriculum tradizionale.

Ora, non so se questo del sito sia un passaggio particolarmente importante o anche solo necessario nel percorso che mi porterà a rispondere alla domanda: “redattori si diventa?”.

Una cosa però posso dirla: non è difficile costruirsi qualche paginetta da mettere sul WEB. Certo, senza pretese di complessità o dinamicità esagerate, bastano qualche decina di euro (per la registrazione del dominio, perché averne uno di secondo livello mi sembra inopportuno) e qualche ora di tempo per la progettazione e la realizzazione. Io ho usato un programma gratuito che si chiama First Page, un editor visuale che in realtà ho utilizzato solo scrivendo manualmente il codice xhtml, perché il risultato del WYSIWYG (ciò che vedi è ciò che ottieni) mi sembrava del tutto inadeguato.

Detto questo, devo ringraziare il gestore del sito Web-Link perché è solo grazie alle sue fantastiche guide che sono riuscito a districarmi nel fantastico mondo del linguaggio xhtml e dei fogli di stile CSS.

Annunci

2 commenti »

  1. Vuoi un consiglio? Dai ad ogni pagina del tuo sito promozionale un titolo diverso. Ora sono tutti uguali. Google li vede come duplicati della stessa pagina. Invece sono pagine diverse. Sarà più facile trovarti nei motori di ricerca.

    Il titolo è quello che compare in cima al browser, sopra la barra dell’indirizzo. Si trova nell’ e corrisponde al campo .

    Inoltre metti prima la qualifica: nome e cognome vanno in fondo.
    Le aziende cercheranno un redattore, non un alessandro miglio. La prima parola è quella che ha più valore. Lo so perché faccio ottimizzazione di siti per lavoro. Spero che questo consiglio ti possa aiutare ad uscire dal precariato. Ciao

    Commento di effepuntato — 18 marzo 2009 @ 8:23 pm | Rispondi

  2. Grazie mille per i consigli!
    I prossimi giorni mi dedicherò all’ottimizzazione.

    Commento di alessandro — 19 marzo 2009 @ 9:59 am | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: